Corso di violoncello

violoncelloConoscenza dello strumento attraverso l’ascolto di brani significativi e contatto fisico con lo stesso.

Posizione corretta del corpo.
Uso della mano sinistra nella prima posizione di base.
Pizzicato.
Presa e controllo dell’arco (legato, staccato, etc.)
Sviluppo e ampliamento della prima posizione (abbassata, rialzata, mezza).
Seconda, terza e quarta posizione.
Cura dell’intonazione.
Sincronismo delle due mani (con studio di varie tipologie ritmiche).
Sviluppo della musicalità
Conoscenza della letteratura dello strumento per perfezionare il gusto musicale.
Esercizi mnemonici.
Studio delle dinamiche e vibrato (miglioramento delle qualità del suono).

Una delle attività più significative per il corso di violoncello è rappresentata dall’orchestra, si entra  a far parte dell’organico fin dal primo anno e si prosegue fino al conseguimento del diploma.
L’orchestra si esibisce almeno due volte all’anno, in occasione  del Natale e del saggio di fine anno scolastico. Ciò non toglie la possibilità di ulteriori concerti durante l’arco dell’anno.

Percorso didattico

I corsi di strumento

Nel frattempo l’approccio con gli strumenti avverrà in più fasi: nelle prime lezioni si faranno “giochi” finalizzati alla preparazione del corpo, della posizione delle gambe, della schiena,
delle spalle, alla motricità fine delle dita della mano destra e sinistra.
Conoscenza dello strumento attraverso l’ascolto di brani significativi e contatto fisico con lo stesso.
Posizione corretta del corpo.
Uso della mano sinistra nella prima posizione di base.
Pizzicato.
Presa e controllo dell’arco (legato, staccato, etc.)
Particolare cura verrà data alla rilassatezza e coordinazione dei movimenti.
In questa prima fase i bambini non sanno leggere la musica e quindi i brani sono appresi per imitazione, tuttavia viene a loro insegnato il nome delle corde del violino e del violoncello,
questo perché le corde si possono toccare, vibrano e suonano, in questo modo il bambino impara il nome delle prime note della sua vita.
Progressivamente si introdurranno i nomi delle altre note e successivamente la lettura.

All’inizio il bambino comprende più facilmente le cose che può toccare e sperimentare con i propri sensi, più avanti la mente speculativa si svilupperà e permetterà così di insegnare a loro a leggere le note. Questa soluzione ricalca il percorso di apprendimento della lingua, il bambino infatti impara a parlare e anche bene, se i genitori parlano altrettanto, e solo in seguito impara a leggere e a scrivere nonché la grammatica e la sintassi.I volumi dei vari strumenti seguono i livelli di difficoltà e capacità del bambino, per poter studiare ogni nuovo volume l’allievo deve superare un esame di passaggio del volume precedente al fine di verificare le capacità acquisite.Ogni anno intorno al mese di luglio i bambini si esibiranno nel saggio finale alla presenza di genitori e pubblico.
Una delle attività più significative per i corsi di violino e violoncello è rappresentata dall’orchestra, i bambini entrano a far parte dell’organico fin dal primo volume, nella sezione dei piccoli, solo dopo il consenso del proprio insegnante e proseguono fino al conseguimento del diploma. L’orchestra si esibisce almeno due volte all’anno, in occasione  del Natale e
verso il periodo di pasqua.